sportello ascolto - Istituto Comprensivo Marco Polo-Galilei Cardito (NA)

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

sportello ascolto

SPORTELLO ASCOLTO

 Da dicembre 2017, tutti i mercoledì dalle 10 alle 13, per tutta la durata dell’anno scolastico, sarà operativo lo Sportello Ascolto; il servizio è curato dagli psicologi del Laboratorio Sociale.
• La prenotazione dei colloqui avviene direttamente allo Sportello alle ore 12:00 o attraverso il gruppo facebook: Sportello Ascolto IC POLO-GALILEI Cardito.
• I colloqui dei minori dovranno essere autorizzati dai genitori. Il modulo di autorizzazione può essere richiesto a scuola o mediante i canali sopraindicati.
• E’ rispettata la privacy e in particolare gli operatori dello Sportello non sono tenuti a riferire agli adulti (Genitori, Docenti, …) il contenuto dei colloqui; qualora dovessero emergere disagi preoccupanti l’operatore potrà, dopo aver concordato con il minore le modalità, comunicare ai soli genitori le difficoltà del minore senza comunque riferimento ai contenuti dettagliati dei colloqui.
• Nel momento in cui ci sarà richiesta di colloquio sia da parte di un genitore che dal proprio figlio, i colloqui verranno effettuati da due operatori diversi.
• Lo Sportello prevede un numero massimo di 4 incontri per studente, in genere sufficienti per consentire la focalizzazione delle problematiche, la promozione delle soluzioni attuabili, la riscoperta delle proprie potenzialità e la via di uscita dall’impasse che causa passività, sofferenza e delusione.
La principale funzione dello Sportello è quella di fornire un ulteriore livello di efficienza alla Comunità Educante tesa verso la formazione di cittadini consapevoli, dotati di senso critico, capaci di gestire le proprie emozioni; e quindi lo studente deve essere il sole del sistema scolare.
Lo Sportello di ascolto è uno spazio dedicato agli attori scolastici (Studenti, Genitori, Docenti, Personale ATA, Amministrativi, …) per l’elaborazione di vissuti emotivi; scegliendo come contenitore la scuola i primi destinatari del servizio sono i giovani, configurandosi come uno spazio accogliente e non giudicante per le loro problematiche, per le difficoltà che possono avere con il mondo della scuola, della famiglia e dei rapporti interpersonali.
I colloqui hanno per gli studenti come finalità principale quella di aiutarli a individuare i problemi, i dubbi, le situazioni di crisi e le possibili strategie di risoluzione. Possiamo pensare allo Sportello di ascolto come a un momento istituzionale in cui si ascolta e si presta attenzione al giovane riguardo ai problemi didattici o più in generale legati all’apprendimento e ai vari aspetti della vita scolastica, quotidiana e familiare. In questo senso l’ascolto è inteso come “rispecchiamento” di un problema e come supporto alla sua riformulazione, riproposizione e soluzione.
I colloqui per gli adulti (Genitori, Docenti, Personale ATA, Amministrativi, …) hanno come finalità principale quella di elaborazione dell’emotività che potrebbe pregiudicare il clima sereno necessario a un corretto sviluppo dello studente.
Lo Sportello svolge attività nei seguenti ambiti:
1. promozione della salute e del benessere individuale e collettivo;
2. attenzione al disagio scolastico e socio-relazionale;
3. consulenza psicologica individuale
4. eventuali incontri tematici con i gruppi classe.
Nello specifico, le aree di consulenza sono:
Area scolastica: motivazione e demotivazione allo studio e problemi di rendimento scolastico
Area relazionale: disagio relazionale nel gruppo classe e con i docenti
Area personale: problematiche emotive, familiari, scolastiche, delle relazioni interpersonali, di controllo dell’ambiente e dell’autostima in generale
Area orientamento scolastico e professionale: analisi della scelta scolastica, orientamento all’inserimento lavorativo e al proseguimento degli studi.

 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu